Appello alla Giunta regionale: occupatevi del centro Sardegna

«Facciamo ancora una volta appello alla Regione, al Presidente Solinas e alla sua nuova Giunta regionale, perché si occupino del Nuorese e dell’Ogliastra e dimostrino con i fatti che esiste una volontà politica di sostenere i territori più deboli con interventi e politiche strutturali per salvaguardare le imprese e il tessuto economico e produttivo». Così il Presidente della nostra Associazione Giovanni Bitti in una nota in cui fa il punto sulle opere infrastrutturali strategiche previste per il centro Sardegna. «Sia in sede di programmazione regionale, sia per quanto riguarda le opere previste a livello nazionale, non ci sono interventi per il Nuorese e l'Ogliastra, che restano comunque ultimi in Italia per infarstrutture. «Come possiamo andare avanti in queste condizioni? Le aziende continuano a operare nella più completa solitudine e in condizioni di svantaggio, senza reti digitali efficienti, scollegati dalle strade principali, lontani dagli hub logistici. Il Rapporto di Uniontrasporti ci conferma all'ultimo posto in Sardegna e in Italia e nonostante questo non è stato programmato alcun intervento strategico nel nostro territorio. Anche il PNRR resta lettera morta in un silenzio generale anche da parte delle istituzioni qui a livello locale».  

Manovra: Giorgetti, lavoriamo a una proroga delle misure per le imprese del Sud

In vista della nuova legge di Bilancio 2023 il ministro Giancarlo Giorgetti ha dichiarato che il Governo sta lavorando a una proroga delle misure per le imprese del Sud: agevolazioni fiscali e crediti imposta per investimenti. Il Ministro dell'Economia e delle Finanze interviene sul tema delle agevolazioni fiscali e dei crediti di imposta per gli investimenti nelle regioni del Sud: «Per il Mezzogiorno, stiamo predisponendo misure per la proroga di alcuni interventi, quali le agevolazioni fiscali in favore delle imprese che acquistano beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive ubicate in quei territori, nonché prevedendo la proroga dei crediti d'imposta per gli investimenti effettuati nelle Zone Economiche Speciali e nelle Zone Logistiche Semplificate e per le attività di ricerca e sviluppo in favore delle imprese localizzate nelle regioni del Mezzogiorno». A dirlo è il ministro dell'economia Giancarlo Giorgetti in audizione alle commissioni Bilancio di Camera e Senato sulla manovra. Fonte: Ansa

Manovra. Confindustria Sardegna: proroga Bonus Sud e Decontribuzione

Manovra: Confindustria Sardegna, serve ulteriore sforzo per Sud Insieme ad altre associazioni regionali del sistema Confindustria, stamattina Confindustria Sardegna è intervenuta per chiedere al Governo misure mirate a supporto del tessuto produttivo delle regioni del Sud, che nel 2023 sono a rischio recessione secondo le stime dell'ultimo rapporto Svimez. «Certamente apprezzabile lo sforzo della manovra di bilancio presentata del Governo nazionale nel volere assicurare la sostenibilità della finanza pubblica, anche alla luce degli impegni e dei vincoli europei, condizionati fortemente dalle dimensioni strutturali del debito nazionale». Al contempo però Confindustria Sardegna ritiene altrettanto «indispensabile che si compia uno sforzo ulteriore per sostenere l'economia della parte più debole e che ha sofferto maggiormente nel nostro Paese, come il Mezzogiorno e, in particolare, le regioni insulari come la Sardegna».

Aggiornamenti sulla rottamazione prevista dalla Legge di Bilancio 2023

Aggiornamenti sulla rottamazione prevista dalla Legge di Bilancio 2023 L’ultima bozza in circolazione della Legge di bilancio 2023 prevede una definizione agevolata delle somme dovute a seguito del controllo automatizzato delle dichiarazioni relative ai periodi di imposta 2019, 2020, 2021 per le quali il termine di pagamento non sia ancora scaduto al 1 gennaio 2023. Per leggere la circolare integrale accedi all'area riservata con le credenziali aziendali. 

PROROGA INVIO AUTODICHIARAZIONE AIUTI DI STATO COVID AL 31 GENNAIO 2023

L’invio dell’autodichiarazione sugli aiuti di Stato alla Agenzia delle Entrate previsto entro oggi 30 novembre è stato rinviato al 31 gennaio 2023: con un provvedimento emanato ieri sera, l’adempimento è stato prorogato. Il 31 gennaio è anche la data fissata per il versamento delle somme ottenute in eccedenza. Le FAQ pubblicate sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono state integrate con due nuove risposte sul calcolo degli interessi da recupero e su come scomputare gli aiuti successivi.