La Sigma Industrie Grafiche sull'ultimo numero dell'Imprenditore

Condividiamo il servizio di approfondimento che il numero di #ottobre2020 dell'Impreditore, la rivista della Piccola Industria di Confindustria, ha dedicato alla Sigma Industrie Grafiche, impresa leader del settore cartografico in Sardegna. 

 

Nel nostro Paese le piccole e medie imprese sono come le articolazioni e i legamenti che permettono ad un corpo di muoversi e rimanere attivo e in salute, non solo spina dorsale ma energia e vita. La Sigma Industria Grafica, impresa di Macomer (Nuoro), è uno di questi nodi vitali che con la sua forza e le sue radici ha saputo arricchire e mantenere saldo il legame con il territorio.

Da 25 anni questa industria grafica e cartotecnica con certificazione di qualità è il risultato concreto del progetto industriale di una famiglia di imprenditori, i Bitti, che partendo da un piccolo opificio artigianale ha realizzato un’industria grafica riconosciuta tra le più dinamiche e all’avanguardia d’Italia. Tecnologia, management, professionalità, formazione e costante aggiornamento, sistema interno di controllo qualità, sicurezza, rispetto dell’ambiente: queste le leve che hanno permesso a Sigma di conquistarsi un posto di rilievo nel mercato regionale e nazionale.

Il piano industriale e di investimenti, infatti, ha reso disponibili tecnologie di avanguardia e una moltitudine di linee di produzione attive 24 ore al giorno garantendo competitività, qualità e rapidità in produzione e consegna. Non è sempre stato facile, però. Come molte delle Pmi italiane, anche questa azienda ha dovuto affrontare momenti di crisi, trovando forza nella sua essenza di impresa familiare.

La determinazione e la tenacia di Giuseppe Bitti, classe 1940 e amministratore delegato della società, ha permesso di tenere la barra dritta e di risollevare una delle imprese di famiglia, la Eurografica Spa, da un periodo di grande difficoltà con lo scopo di non perdere il know how aziendale, i clienti e non disperdere i posti di lavoro. Grazie a questo sforzo del capostipite, l’Eurografica è tornata ad essere un punto di riferimento nel campo del packaging e delle etichette adesive in bobina e oggi è una delle realtà del Polo Industriale Grafico e Cartotecnico.

Questa rete di imprese facenti capo al gruppo Bitti – la Sigma Industrie Grafiche srl, la EG Industrie Grafiche e l’Europrint srl – è stata costituita nel 2020 con lo scopo di creare una sinergia sia economica che tecnica al fine di scambiarsi servizi, saperi e informazioni strategiche. Il fatturato del polo, che occupa 28 unità, si aggira intorno ai cinque milioni di euro e nel primo semestre 2020 ha registrato un aumento generale del 15%.

La clientela è per metà sarda, per poco meno di metà del resto del Paese, con un restante 5% di clienti esteri. La storia di questo gruppo parla di resilienza, di capacità di rimettersi in gioco, reinventarsi e trovare nuove risorse quando tutto sembra perduto.

Parla della forza dei legami familiari e con la comunità di riferimento, di senso di responsabilità verso il territorio per mantenere viva l’occupazione e scongiurare la desertificazione industriale ed economica.

Parla di riscatto, voglia di riemergere e mantenere alta la reputazione e la credibilità aziendale.

Parla dell’importanza della sostenibilità, intesa a tutto tondo, ovvero sociale, economica e ambientale.

Proprio gli investimenti in sostenibilità sono stati uno dei punti di forza che hanno permesso il rilancio dell’azienda: nel 2019 è stata avviata una nuova linea di produzione di vaschette e vassoi compostabili in cartoncino, mentre nel 2020 l’azienda si è concentrata sull’efficientamento energetico con la messa in opera di un impianto fotovoltaico che l’ha fatta diventare green, rendendola totalmente autonoma. Senza dimenticare l’acquisto di una nuovissima macchina da stampa che col sistema Industria 4.0 ha consentito alla Sigma di essere competitiva nel mercato nazionale e internazionale.

L’impresa, inoltre, negli ultimi anni si è specializzata, oltre che nella produzione del packaging del settore alimentare, anche nella produzione di astucci, istruzioni ed espositori per l’industria cosmetica e farmaceutica. La Sigma con la sua storia ci racconta quanto siano importanti le filiere produttive e la salute dei vari anelli della catena, interconnessi nei successi e nelle crisi.

Quanto sia importante per rimanere competitivi saper diversificare, anticipare i bisogni dei comunicatori e i cambiamenti della società, mettere la tecnologia al servizio della produzione e dell’innovazione.

Per informazioni rivolgersi all'Associazione degli Industriali della Sardegna Centrale
Referente: Francesca Puddu - Comunicazione Associativa
Telefono: 0784 233311
Fax: 0784 233301
E-mail: f.puddu@assindnu.it
Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (L'IMPRENDITORE_Ottobre2020_Sigma.pdf)L'IMPRENDITORE_Ottobre2020_Sigma.pdf5172 kB
Modifica Visualizzazione: Mobile Version | Standard Version